Contributi del Conto Termico

Il cosiddetto “Conto Termico 2.0” è entrato in vigore dal 31/05/16. Rispetto al precedente Conto Energia prevede alcune semplificazioni e l’ampliamento degli interventi che possono usufruire dell’incentivo.

Si tratta di un contributo in denaro concesso per l’acquisto di prodotti  che rispondano a particolari requisiti e che siano installate in sostituzione di alcune tipologie di impianti di riscaldamento già esistenti.
Non si tratta di una detrazione fiscale, ma di un incentivo erogato direttamente dal Gestore dei Servizi Energetici GSE al richiedente in un’unica soluzione nel caso di un contributo minore o uguale a 5.000 €.

L’incentivo, di norma viene erogato entro 2 mesi dalla data di attivazione del contratto (pagamento prima rata ultimo giorno del mese successivo a quello del bimestre in cui ricade la data di attivazione del contratto).


Chi può richiederlo

Possono accedere al Conto Termico:

  • Privati (imprese, persone fisiche, condomini) o Amministrazioni Pubbliche, che sostituiscono un vecchio apparecchio a gasolio, olio combustibile, carbone o biomassa con un nuovo apparecchio a biomassa (legna o pellet);
  • Aziende agricole o imprese operanti nel settore forestale che installano un apparecchio a biomassa nuovo (anche non in sostituzione) o sostituiscono un apparecchio a GPL con uno a biomassa ad alta efficienza, in zona non metanizzata.

Come viene calcolato il contributo

Il contributo varia in funzione:

  • della potenza del prodotto scelto
  • delle emissioni polveri in atmosfera rilasciate dal prodotto scelto
  • delle ore di funzionamento calcolate in media in base alla Provincia e al Comune in cui sarà installato il prodotto

Inviaci un messaggio se hai bisogno di ulteriori informazioni